Seleziona una pagina

fermenti lattici per gatti    

  • Perchè scegliere dei fermenti lattici specifici per gatti? 
  • L’utilizzo di fermenti lattici umani come l’enterogermina possono andare bene per il gatto? 
  • E’ giusto utilizzare dei fermenti lattici per gatti in concomitanza all’assunzione di antibiotici? Come vanno usati?
  • Ecco i 4 migliori probiotici per la flora batterica intestinale del gatto.

L’utilizzo dei fermenti lattici per gatti si è molto diffuso in medicina Veterinaria come in medicina umana per la risoluzione di problematiche annesse all’apparato gastrointestinale.  La salute e il benessere dei nostri animali così come quella dei loro proprietari, dipendono dal microbiota intestinale. Ad oggi le integrazioni probiotiche hanno avuto successo in medicina veterinaria nella prevenzione e nel trattamento di gastroenteriti acute, dell’IBD e nella prevenzione delle allergie alimentari (Microbiota and probiotics in canine and feline welfare. Pub Med). Quindi l’utilizzo dei fermenti lattici nel gatto è di grande aiuto perfermenti lattici per gatti tante ragioni, e può diventare parte anche di un’abitudine alimentare per rinforzare le difese immunitarie e prevenire numerose malattie.  Occorre però ricordare che la flora batterica intestinale del gatto è specifica e diversa da quella del cane e soprattutto dell’uomo. Per tale ragione necessita dell’utilizzo di fermenti lattici appropriati.

All’interno dei principali prodotti presenti in commercio troviamio i Probiotici. Ma che cosa sono esattamente?  i probiotici sono “micro-organismi vivi che, somministrati in quantità adeguata, apportano un beneficio alla salute dell’ospite’’. Questi microorganismi arrivano dalla bocca allo stomaco e all’intestino andando a migliorare la flora batterica intestinale del gatto.

 

Vediamo un attimo quali sono i probiotici più ampiamente studiati:

fermenti lattici per gatti

  • il lievito Saccharomyces boulardii
  • i batteri dell’acido lattico (LAB) come Lactobacillus rhamnosus
  • L. acidophilus
  • Bifidobacterium longum  
  • Enterococcus faecium.

 

fermenti lattici per gatti Poiché probiotici diversi hanno proprietà diverse, è importante scegliere un organismo i cui effetti benefici siano conosciuti e approvati per il gatto, al fine di avere le migliori garanzie di efficacia clinica. Molti prodotti dichiarano di contenere dei probiotici ma non ne sono segnate le quantità quindi occorre fare attenzione quando si sceglie un prodotto da acquistare. Inoltre occorre leggere attentamente che sia presente l’Enterococcus faecium e il Lactobacillus acidophilus, ceppi di cui è stata dimostrata l’efficacia per l’intestino del gatto.  Enterococcus faecium ceppo SF68® (E 1705) è stato ampiamente studiato in medicina sia umana che Veterinaria, e sembra in grado di aumentare la presenza di batteri buoni e di ridurre i clostridi responsabili invece di fermentazioni batteriche. Inoltre, sia E. faecium sia L. acidophilus sembrano esercitare effetti benefici sul sistema immunitario del gatto sano, e nel gattino sano possono persino migliorare la risposta immunitaria nei confronti di alcune forme virali.

 

FERMENTI LATTICI PER GATTI | ENTEROGERMINA?

fermenti lattici per gatti

 

L’enterogermina presenta dei probiotici adatti all’intestino dell’uomo che sappiamo essere onnivoro. I gatti sono per natura carnivori stretti e necessitano di probiotici adeguati alle loro caratteristiche. Inoltre l’acidità gastrica del gatto, molto più elevata rispetto a quella dell’uomo, ucciderebbe la maggior parte dei batteri vivi che arriverebbero solo in minime quantità nell’intestino. Inoltre contiene zuccheri e lattosio, il che potrebbe aggravare una diarrea già presente o farla insorgere. 

 

FERMENTI LATTICI UMANI PER GATTI

Dunque somministrare fermenti lattici umani ai gatti ha poco senso anche se mantengono un minimo di efficacia. Se il nostro gatto ha diarrea il mio consiglio è di acquistare subito dei fermenti lattici per gatti. 

FERMENTI LATTICI PER GATTI ANZIANI

fermenti lattici per gatti Nei gatti anziani il microbiota intestinale cambia, proprio come nell’uomo, e lo fa in maniera specifica rispetto al cane o alle persone. Infatti mentre in queste ultime due specie i lattobacilli sembrano essere la popolazione di batteri predominante, nel gatto sono gli enterococchi ad aumentare con il passare degli anni. I fermenti lattici più appropriati in questo caso sono fermenti in grado di aumentare tale flora microbica. Una tipologia di fermenti  lattici per gatti che consiglio sono i fermenti lattici Fortiflora per gatti Purina. Sotto trovate il link per acquistarlo da Amazon con le recensioni migliori. 

Il Fortiflora gatto della Purina contiene un livello garantito dell’unica specie di probiotico vivo Enterococcus faecium SF68 1 x 1012 CFU/kg (quindi per un gatto di 5 kg di peso di parla di 5000 colonie di batteri). L’incapsulazione permette ai batteri vivi di arrivare sani e salvi nell’intestino senza risentire dell’acidità gastrica. Inoltre è provato che aumenti di molto le difese immunitarie locali dell’intestino. La posologia prevede la somministrazione di almeno una bustina al di per un mese, anche in concomitanza all’assunzione di antibiotici possibilmente in orari differenti rispetto all’assunzione dell’antibiotico.

FERMENTI LATTICI GATTO | ANTIBIOTICO 

Può capitare, per esempio quando dobbiamofermenti lattici per gatti  somministrare degli antibiotici al nostro gatto, in caso di vomito e diarrea o se le difese immunitarie sono più deboli del solito, che i batteri “buoni” intestinali si riducano, a favore di altri batteri che invece aumentano sempre di più, fino a provocare fastidi e infezioni.

Ecco perché si consiglia di “rinfoltire” la schiera di batteri “buoni” presenti nell’ organismo, assumendo proprio i probiotici di cui abbiamo appena parlato fino ad’ora.  La cosa migliore durante l’assunzione di antibiotici sarebbe assumere fermenti lattici a distanza dalla compressa di antibiotico, sia durante la cura che appena terminata, continuandoli per almeno una settimana dalla fine della terapia. Sotto elencherò una lista dei fermenti lattici migliori per il gatto.

 

I 4 migliori probiotici per gatti :

 

FORTIFLORA GATTO

Tra i migliori probiotici per gatti c’è il Fortiflora gatto Purina. Abbiamo già parlato sopra a riguardo della composizione. Contiene una elevata quantità di batteri vivi, specialmente enterococcus faecium che nel gatto è particolarmante necessario per ripristinare la flora microbica intestinale. Inoltre è gastroresistente e i batteri arrivano sani e salvi nell’intestino.

Fortiflora gatto dosaggio: una bustina al di per almeno un mese.

Fortiflora gatto prezzo: il prezzo si aggira intorno alla trentina di euro in farmacia. Ovviamente consiglio la confezione da 30 bustine.


La composizione granulare del prodotto fa si che i batteri vivi non vengano compressi come avviene nella formulazione delle pastiglie, e quindi che molti più batteri restino vivi e vitali. 

 

ENTEROFILUS

Tra i fermenti lattici per gatti, l’enterofilus occupa sicuramente uno dei primi posti, grazie anche alla facilità con cui viene somministrato essendo liquido.

Si tratta di un probiotico ottenuto dalla fermentazione di più cereali e arricchito con tre sostanze ad azione prebiotica. Enterofilus contiene lieviti che sono essenziali per l’apporto di vitamina B (Cianocobalamina o Vit. B12) fondamentali per l’organismo animale in particolare per la flora intestinale, per le proteine ad alto valore biologico e responsabili di un effetto extranutrizionale che favorisce la salute generale del tuo gatto.

Contiene inoltre lattobacilli, essenziali per mantenere l’equilibrio della flora batterica, favorendo una migliore digestione, creando una vera e propria “barriera” fisica contro i batteri e prevenendo quindi l’insorgere di patologie gastro-intestinali.

Dopo l’assunzione di Enterofilus lieviti e lattobacilli espletano un’azione congiunta e sinergica. A differenza di altri prodotti similari Enterofilus si presenta sotto forma liquida per conservare il ricco corredo enzimatico e per mantenere inalterata la vitalità della microflora immediatamente pronta a moltiplicarsi e a manifestare la sua potenzialità probiotica.

Dosi consigliate per i gatti:

  • di peso inferiore al chilo 2 ml due volte al giorno per 20-30 giorni;
  • con peso che varia tra il chilo e i 5 chili 5 ml due volte al giorno per 20-30 giorni.

Enterofilus fiale

Enterofilus Flacone 250 ml

 

 

FLORENTERO ACT PER GATTI 

Anche il florentero per gatti è un prodotto molto valido caratterizzato dalla presenza sia di pre-biotici che pro-biotici. Esiste in diverse formulazioni, quindi lo possiamo ritrovare in pasta o in compresse. La pasta può facilitare la somministrazione nel gatto dato che può essere spalmata sulla zampina dell’animale che infastidito andrà a leccarsi per rimuoverla. Inoltre ha un sapore molto appetibile e può essere miscelata nella pappa.  Avendo un’attività in parte anche astringente va utilizzato per 1-2 settimane, in due somministrazioni giornaliere.

Dosaggio compresse: GATTO mezza compressa mattina e sera

Barattolo da 30 compresse florentero 


Multi-blister da 120 compresse florentero 


 

Florentero pasta  appetibile 15 ml

Dosaggio pasta GATTO: 1 ml al di, corrispondete a 2-3 centimetri di pasta al di.


 

 

ENTEROMICRO GATTO

Enteromicro è un simbiotico (prebiotico e probiotico) che contiene lattobacilli micro-incapsulati.

La micro – incapsulazione permette ai Lattobacilli di arrivare integri a livello intestinale e di svolgere immediatamente il loro effetto benefico agendo sulla microflora intestinale favorendo una migliore assimilazione dei nutrienti e fortificandola nella competizione contro ceppi patogeni. Contiene inoltre MOS e FOS sono prebiotici, che non solo facilitano la crescita di batteri utili all’equilibrio della microflora intestinale, ma ne potenziano l’azione promuovendone lo sviluppo.

Contiene L’enteromicro per gatti contiene inoltre Rubus Fructicosus pianta ricca in tannini con proprietà astringenti e lenitive sulla mucosa intestinale, e Foeniculum Vulgare:  l’Anetolo contenuto nell’estratto, esercita attività rilassante sulla mucosa intestinale.

Anche questo è presente in pasta da 15 ml, di cui si consiglia la somministrazione di 2-3 cm al di per almeno 10 giorni, oppure formato da 34 o 64 compresse di cui si consiglia mezza compressa al di per 10 giorni.

Enteromicro pasta 


Enteromicro compresse